Contenuto Principale

BONUS TAXI, RIMBORSO DEL 50% SUL COSTO DELLA CORSA

L’Amministrazione Comunale ha finanziato con 205.709,00 euro un incentivo per chi utilizza i taxi pe...

MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

Dal 24 settembre 2020 i residenti monzesi possono richiedere presso 11 tabaccherie cittadine dei c...

Strade e ponti: 17 milioni per gli investimenti della Provincia MB per il 2022

La Provincia MB presenta il piano investimenti per la viabilità che prevede oltre 6,3 milioni di eur...

CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER I SERVIZI EDUCATIVI

CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER I SERVIZI EDUCATIVI Grazie al Progetto Family Hub 3.0 sono a disposi...

RIANZA ReSTART - Nasce il “laboratorio” territoriale per il Patto per il Lavoro della Brianza.

BRIANZA ReSTART - Nasce il “laboratorio” territoriale per il Patto per il Lavoro della Brianza. La ...

  • BONUS TAXI, RIMBORSO DEL 50% SUL COSTO DELLA CORSA

    Martedì 10 Marzo 2020 10:57
  • MONZA: CERTIFICATI ANAGRAFICI IN TABACCHERIA

    Lunedì 16 Marzo 2020 07:20
  • Strade e ponti: 17 milioni per gli investimenti della Provincia MB per il 2022

    Sabato 04 Aprile 2020 07:02
  • CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE PER I SERVIZI EDUCATIVI

    Martedì 07 Aprile 2020 08:12
  • RIANZA ReSTART - Nasce il “laboratorio” territoriale per il Patto per il Lavoro della Brianza.

    Martedì 14 Aprile 2020 13:11

Scelti da Noi

Messaggio
  • EU e-Privacy Directive

    This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

    View e-Privacy Directive Documents

Free Moving di Monza e Lega del Filo d'Oro di Lesmo PDF Stampa E-mail
Valutazione attuale: / 0
ScarsoOttimo 
Martedì 26 Luglio 2022 06:57

La pratica sportiva, si sa, è molto importante per le persone con disabilità perché facilita l'inserimento nel contesto sociale, aumenta il benessere generale, riduce l'ansia aiutando a ripristinare la fiducia nelle potenzialità dell'individuo. L'Associazione sportiva Freemoving che opera nell'ambito del territorio di Monza e Brianza, collabora con il Servizio Territoriale di Lesmo della Lega del Filo d'Oro, per creare un lavoro di rete prezioso che unisce varie competenze ed esperienze, quello della sordocecità a quello della pratica sportiva.

 

Il contatto con i vari allenatori, con i compagni e con tutte le persone che gravitano intorno all'evento sportivo, permette di instaurare molteplici relazioni che consentono di sperimentare diversi sentimenti ed emozioni e imparare a gestire eventuali conflitti relazionali, oltre a imparare a porsi correttamente nei confronti delle persone con le quali la persona sordocieca interagisce. Le attività organizzate sino ad ora sono: total body, barca vela, tiro con l'arco, canoa, camminata sportiva. Sono attività scelte dalle stesse persone sordocieche che le porteranno al superamento dei propri limiti, all'accettazione delle regole, a rispettare gli altri e impegnarsi per il raggiungimento di un obiettivo individuale.

 

 "Crediamo molto in questo progetto e nella collaborazione tra la Lega del Filo d'Oro e l'Associazione Freemoving - commenta Cristina Alippi, operatrice territoriale di Lesmo della Fondazione Lega del Filo d'Oro - sicuri che entrambe le realtà usciranno ancora più rinforzate da questa esperienza."

"La collaborazione avviata con la Lega del Filo d'Oro rappresenta per FreeMoving un'importante esperienza di inclusione verso una realtà nuova come quella della sordocecità." Così commenta Antonella, presidente di FreeMoving e prosegue "abbiamo deciso di avvicinarci alla Fondazione spinti dalla curiosità e dal desiderio di ampliare gli orizzonti divulgando maggiormente le nostre attività sportive anche ad utenti con una disabilità così importante come la sordità. In più, Stefano, un nostro utente storico, che era stato socio della "Lega" quando era ancora Associazione, ha fatto da tramite per avviare questo fantastico percorso."

 Per accogliere al meglio i nuovi tesserati, FreeMoving ha messo a disposizione dei propri volontari e tecnici un corso di LIS (Lingua dei Segni Italiana). Questo ha consentito di agevolare la comunicazione con gli atleti sordociechi, potendo così rafforzare il legame e la conoscenza reciproca. Antonella conclude dicendo che "si tratta di un percorso appena iniziato, ma che già ha arricchito profondamente e che intendiamo sviluppare ulteriormente nelle prossime stagioni sportive, convinti che tante sono ancora le cose da imparare e che tanto possiamo ancora fare insieme per rendere lo Sport davvero libero da limiti fisici e barriere mentali. FreeMoving e Lega del Filo d'Oro lavorano fianco a fianco con grande entusiasmo e stima reciproca, alla volta di nuove sfide. Siamo grati di essere potuti entrare in punta di piedi nel loro mondo ed aver imparato tanto, è questo il bello dello sport: l'unione che fa la forza!"

Qualche numero sull'iniziativa dell'uscita in barca a vela

15 utenti sordociechi

10 volontari

1 interprete della LIS (Lingua dei Segni Italiana)

8 istruttori (Free Moving)

 

Testimonianza di Stefania, ragazza con sordocecità

Lunedì 18 luglio sono andata con un gruppetto di sordociechi di Lesmo della Lega del Filo d'Oro al lago di Lecco, precisamente alla Lega Navale di Dervio dove, grazie all'Associazione sportiva FreeMoving, abbiamo potuto provare l'esperienza di salire su una varca a vela. 

Io oltre ad essere sordocieca ho grossi problemi motori, ma questo non mi ha affatto impedito di godermi questa stupenda esperienza, Una volta salita sulla barca mi sono sentita subito tranquilla e a mio agio, non provavo la minima paura. Più la barca prendeva velocità e più ero contenta, mi piaceva "sentire" il rumore del vento, il dondolio della barca, il vento tra i capelli e che mi accarezzava il viso, l'azzurro del lago che mi dava tanta serenità. Insomma, un'emozione bellissima che tutti dovrebbero provare. Sono rimasta talmente soddisfatta che mi sono informata per fare il corso completo. Non lo voglio fare per dimostrare che una disabile può fare tutto, ma semplicemente perché ho trovato una cosa che mi piace, che mi ha riempito di serenità.

 
Ricerca / Colonna destra
Segui i nostri feed per essere sempre aggiornato!

L' Editoriale

La gente come noi non molla mai … ed il Monza vola in A

Attenzione: apre in una nuova finestra. PDFStampaE-mail

calciom(Laura Giulia D'Orso). “Io sono del Monza: non riusciremo mai ad andare in Serie A”. Questa mitica frase pronunciata da Renato Pozzetto nel film del 1979 “Agenzia Riccardo Finzi… praticamente detective” fotografava da oltre trent’anni lo stato d’animo di ironica rassegnazione nonostante il quale migliaia di brianzoli trovavano la forza di tifare per il Monza.

Prima al Sada, poi al Brianteo, vari ricordi di bravi giocatori cresciuti nel Monza e poi comprati che hanno fatto la nostra storia. Ieri, 29 maggio 2022 la storia è stata scritta da un manipolo di ragazzi tenaci, grintosi, capaci di non piangersi addosso, da un allenatore pacato quanto attento e severo e da uno staff tecnico e dirigenziale da fare invidia.

E finalmente l’incantesimo si è spezzato e sulle note di Destinazione Paradiso il Monza Calcio entra nell’Olimpo delle grandi! Orgoglio longobardo, compostezza brianzola, tifo mai oltre le righe. Mentre il Maxischermo trasmetteva un’interminabile partita con risultati da montagne russe i ragazzi hanno cantato e cantato per tutta la notte.

Gli account di twitter dell’AC Milan e del FC Inter ci hanno cinguettato un augurante e sportivo “benvenuti per la storica promozione nel club più esclusivo del calcio italiano, la serie A”.

Piacevole sensazione.

E mentre in piazza si festeggia incontrando Aldo Baglio o Filippo Tortu ti sembra tutto un po’ strano e in sottofondo, nella tua testa senti Gino Paoli cantare …. eravamo quattro amici al bar che volevano cambiare il mondo ti vengono in mente il dott. Sada, la Simmenthal, la famiglia Cappelletti, l’ostinazione di Alfredo Magni, i Giambelli con dei giovani Costacurta, Pierluigi Casiraghi, Monelli e Begnini, i Colombo, il gruppo Finivest … il passato si fonde con il presente, le figurine della Panini che tenevo nella tasca del grembiule bianco alle elementari per gli scambi durante la ricreazione si mischiamo con la tecnologia di Fifa 2022/23.

Sapete che c’è? Mi piace pensare a Zio Bes, il Maestro come lo chiamavamo con deferenza, noi giornalisti, chissà mai che qualche “aggiustatina” alla palla dal grande campo del cielo lo abbia pure fatto! e allora è vero ... destinazione ParAdiso

Un viaggio ha senso solo senza ritorno

Se non in volo

Senza fermate nè confini

Solo orizzonti neanche troppo lontani

Io mi prenderò il mio posto

E tu seduta lì al mio fianco

Mi dirai

Destinazione paradiso

C'è che c'è, c'è che prendo un treno

Che va a paradiso città

Io mi prenderò il mio posto

E tu seduta lì al mio fianco

Mi dirai

Destinazione paradiso

Paradiso città...